Il Bambino con Il Pigiama a righe

Mark Herman “il Bambino con Il Pigiama a righe” dipende per il suo forte impatto sul perché, e quando, si trasferisce il film punto di vista. Per quasi tutto il modo, vediamo gli eventi attraverso gli occhi di un brillante e grintoso 8-anno-vecchio. Allora cominciamo a guardare fuori attraverso gli occhi dei suoi genitori. Perché e quando il trasferimento avviene raccoglie tutti i film di ferita tensioni e selvaggiamente uncoils. Non è ciò che accade al ragazzo, che io non vi dirò. Essa è, tutto ciò che accade. Il tutto, prima e dopo.

Bruno (Asa Butterfield) è un ragazzo cresciuto in una confortevole casa a Berlino, circa 1940. Suo padre (David Thewlis) va tutti i giorni in ufficio. Lui è un ufficiale Nazista. Bruno non pensare più di tanto, ma lui è impressionato dalla sua visualizzazione a livello del suolo di suo padre statura. Un giorno Bruno riceve la sgradita notizia che suo padre ha un nuovo lavoro, e si mettono in movimento per il paese.

Sarà una fattoria, i suoi genitori e lo rassicura. Un sacco di divertimento. Bruno non vuole lasciare i suoi compagni di gioco e la sua amata casa. Sua nonna (Sheila Hancock) non approva la mossa. Ci sembra essere un sacco lei non approva, ma i bambini sono fatti di disagio da parte della famiglia di tensione e cercare di evadere.

C’è una grande casa in campagna, circondato da alte mura. Sembra stark e moderno per essere un agriturismo. I funzionari dell’esercito vanno e vengono. Essi riempire le camere con il fumo come il dibattito di policy e procedure. Bruno può vedere l’azienda agricola campi dalla finestra della sua camera. Egli chiede ai suoi genitori perché i contadini indossano il pigiama a righe. Essi dargli una di quelle risposte evasive che solo le unità di una smart kid a scoprire per se stesso.

Presso l’azienda agricola, dietro il filo spinato, incontra un ragazzo di circa la sua età. I loro amici. Visitano il più spesso possibile. L’altro ragazzo non capisce che cosa sta succedendo più di Bruno. Le loro storie sono state raccontate nel 2007 ad un giovane adulto romanzo omonimo di John Boyne, che è diventato un best seller. Ho imparato il romanzo racconta di più su cosa pensa il bambino sente e sa, ma il film è implacabile nel mostrare dove la sua curiosità lo porta.

Diverso da quello che “il Bambino con Il Pigiama a righe”, sembra quasi di essere ordinata la storia di quegli Inglesi che sanno sempre di parlare e di comportarsi. Quelli Inglesi? Sì, gli attori parlano con croccante accenti Inglesi, che penso che in realtà è più efficace di loro parla con il tedesco accenti, o nei sottotitoli. Essa sottolinea il modo in cui il tedesco classe professionale interiorizzato il governo di Hitler e l’ha trattato come business as usual. Diagrammi, grafici, titoli, posizioni, uniformi, promozioni, valutazioni delle prestazioni.

Come si può ordinaria professionisti procedere in questo ordinato di routine quando la loro attività è di male? Più facile di quanto si pensi, credo. Ancora mi tormento per quei pochi dirigenti di Enron, che conosceva tutta la società è uno schema Ponzi. Non posso dimenticare l’Oregon railroader che aveva la sua pensione rubata. La risata di Enron soldati che ha scherzato sul fatto di uccidere le nonne con i loro falsi California “crisi energetica.” Ogni volta che la fedeltà all’impresa diventa più importante della semplice moralità, si troverà male il funzionamento senza intoppi.

Non c’è stata di nuovo male sulla scala del 1939-1945. Ma c’è stata una piccola scala genocidio. Omicidio di massa. Guerre generate dalla menzogna e propaganda. Il crollo di Wall Street spogliata persone dei loro risparmi, le loro pensioni, le loro case, il loro lavoro, le loro speranze di fornire per le loro famiglie. E ‘ accaduto a causa di una burocrazia e i suoi simboli di stato è diventato più importante di quello che è stato presumibilmente facendo.

Ho lasciato il mio oggetto? Io non la penso così. “Il Bambino con il Pigiama a righe” non è solo la Germania durante la guerra, anche se la storia che racconta è straziante in più di un modo. Si tratta di un sistema di valori che sopravvive come un virus. Penso che le persone responsabili per la nostra crisi, si sono Nazisti? Certamente non. Ma invece di raccogliere centinaia di milioni di dollari in premi per negare a se stessi che cosa stavano facendo, vorrei che fosse stato costretto a fuggire in Paraguay nel sottomarini.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *